italy
×
seguici su

Storie del Cellina tra Ravedis e Partidor


INDIRIZZO: 33086 Montereale Valcellina (PN)
TELEFONO: 333 3101381
EMAIL: progettopellegrin@gmail.com

 
BREVE DESCRIZIONE DEI LUOGHI DEL PERCORSO:
L'area interessata è quella del torrente Cellina, il margine golenale in sponda destra, tra l'affaccio di Ravedis a Montereale Valcellina e il Partidor di San Leonardo. Un tratto di circa 10 km che presenta numerosi punti di interesse che parlano della domesticazione dell'acqua - della sua energia, della sua necessità.
Il percorso è per la quasi totalità su pista sterrata, non presenta alcuna difficoltà né attraversamenti stradali. Vi si può accedere o a Montereale Valcellina – nei pressi di Palazzo Toffoli, giù per la discesa a fianco del margine nord del parcheggio –, o a San Leonardo Valcellina al termine della lunga Via Partidor.
La forma è quella della mostra naturale, in pratica un percorso a cielo aperto, sempre disponibile, gratuito, adeguatamente illustrato per permettere ad ogni elemento di parlare per sé e comprendere­ rimandare agli altri. A piedi o in bicicletta lungo la via si incontrano 8 stele che richiamano l’attenzione del visitatore a guardarsi attorno per avvicinare le silenti tracce del passato: rovine, riadattamenti, abbandoni, nuove costruzioni, terzo paesaggio. Sulla stele vi sono le prime indicazioni; possono essere ampliate puntando con lo smartphone il codice QR lì apposto.


Iniziativa partecipata a cura dell’Associazione culturale Progetto Pellegrin di San Leonardo Valcellina con la Regione Friuli Venezia Giulia, il Comune di Montereale Valcellina e l’Associazione Lis Aganis – Ecomuseo delle Dolomiti Friulane
 
 
1 - Ravedis
Qui comincia la nostra storia, lì dove il torrente Cellina si affaccia alla pianura. Poco dopo la metà del suo scorrere dalle sorgenti clautane all'incontro con il Meduna.
 
2 - Montereale
Montereale da solo vale un'altra storia. Qui un guado, le rogge e i primi mulini; su uno di essi Menocchio ha macinato grani, anche idee per una nuova cosmogonia.
 
3 - Ponti
Due ponti, due geometrie, due materiali, due traffici, due date di costruzione per una stessa funzione: collegare due sponde.
 
4 - Mulino
Il luogo ha visto traballanti carretti che andavano a mulino e camion a ghiaia. Al primo è mancata l'acqua, ai secondi il reddito d'impresa.
 
5 - Giulio
È stato, per tutto il Novecento, uno dei punti di riferimento della viabilità altopordenonese. E prima, luogo di acque libere e domesticate.
 
6 - Pellegrin
Dove Antonio Dell'Angelo detto Pellegrin cominciò il suo lavoro: accompagnare l'acqua del Cellina fino a San Leonardo.
 
7 - Belvedere
Punto privilegiato di osservazione. Anche per un rapido disegno, appoggiando un foglio sul pratico vicino supporto.
 
8 - Partidor
Qui l'elettricità è di casa dalla fine dell'Ottocento. Rigorosamente doc: idraulica, produzione Cellina.
Top