italy
×
seguici su

AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI AGENTI DI POLIZIA LOCALE (CATEGORIA PLA)

Consegna domanda: entro le ore 12.00 del 17 maggio 2019

È indetta una selezione pubblica per la formazione di una graduatoria di “Agenti di Polizia Locale”, CAT. PLA – Pos. Ec. PLA.1, da assumere a tempo pieno e determinato per esigenze stagionali presso il servizio di Polizia Locale e Polizia Amministrativa locale dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane ai quali è attribuito il trattamento economico previsto dal vigente Contratto Collettivo Regionale di Lavoro per il Personale degli Enti Locali della Regione Autonoma Friuli Venezia Giulia - area non dirigenti. Gli emolumenti spettanti sono soggetti alle ritenute previdenziali, assistenziali ed erariali previste per legge. In base alla necessità di carattere stagionale e mediante scorrimento di graduatoria, i candidati dichiarati idonei saranno invitati ad assumere servizio compatibilmente con quanto assicurato dalle disponibilità di bilancio.
Si dichiara fin d’ora che i vincitori della selezione saranno assunti solo qualora le disposizioni normative vigenti all’atto dell’assunzione dovessero consentirlo. Eventuali disposizioni normative limitative del numero o della spesa di nuove assunzioni potranno comportare l’impossibilità di dar luogo all’assunzione o il suo differimento a data successiva. La partecipazione alla selezione non fa sorgere alcun diritto o aspettativa all’assunzione in capo ai candidati.

Il bando è pubblicato integralmente all’Albo Pretorio dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane e sul sito Internet www.vallidolomitifriulane.utifvg.it, nonché sul sito della Regione Friuli Venezia Giulia www.regione.fvg.it alla sezione Concorsi degli Enti Pubblici del FVG.

Requisiti di ammissione
Alla selezione possono partecipare coloro che siano in possesso dei seguenti requisiti alla data di scadenza del bando:
• cittadinanza italiana o essere cittadini italiani non appartenenti alla Repubblica, oppure:
o essere cittadini degli stati membri dell’Unione Europea e loro familiari non aventi la cittadinanza di uno Stato membro che siano titolari del diritto di soggiorno o del diritto di soggiorno permanente;
o essere Cittadini degli Stati non appartenenti all’Unione Europea che siano titolari del permesso di soggiorno UE per soggiornamenti di lungo periodo;
o essere titolari dello status di rifugiato o dello status di protezione sussidiaria.
• possesso del diploma di istruzione secondaria di secondo grado quinquennale; i titoli di studio conseguiti all’estero devono avere ottenuto l’equipollenza a corrispondenti titoli italiani o comunque essere stati riconosciuti validi dalle competenti autorità;
• età non inferiore ad anni 18;
• possesso dei requisiti psico fisici di cui all’art. 3, comma 1 lett. a), b) e c) del Decreto del Ministero dell’Interno n. 198 del 30 giugno 2003 nonché assenza delle cause di non idoneità di cui al comma 2 del medesimo articolo (normativa che si riporta in allegato al presente bando);
• possesso dei requisiti attitudinali di cui al punto 1 della tabella 2 allegata al Decreto del Ministero dell’Interno n. 198 del 30 giugno 2003 (normativa che si riporta in allegato al presente bando;
• il possesso del certificato medico specifico per partecipare alla prova fisico-attitudinale;
• godimento dei diritti civili e politici;
• per i concorrenti di sesso maschile: posizione regolare nei riguardi degli obblighi di leva;
• non essere stati destituiti, dispensati o licenziati dall’impiego presso una pubblica amministrazione per persistente insufficiente rendimento ovvero non essere stati dichiarati decaduti da un impiego pubblico a seguito dell’accertamento che l’impiego fu conseguito mediante la produzione di documenti falsi o viziati da invalidità non sanabile;
• di non aver subito condanne penali e di non aver procedimenti penali in corso;
• possesso dei requisiti necessari per poter rivestire la qualifica di agente di pubblica sicurezza di cui all’art. 5, c. 2, della L. n. 65/1986;
• possesso della patente di guida di cat. “B”, non soggetta a provvedimenti di revoca e/o sospensione, in corso di validità;
• conoscenza e utilizzo del Personal Computer e dei programmi informatici più diffusi;
• conoscenza lingua inglese;
I requisiti prescritti devono essere posseduti alla data di scadenza del termine stabilito dal presente bando per la presentazione della domanda di ammissione e mantenuti al momento dell’assunzione, a pena di esclusione.
L’accertamento del possesso dei requisiti psico-fisici ed attitudinali verrà effettuato, prima dell’assunzione, direttamente dall’Amministrazione; l’eventuale accertamento negativo comporterà l’esclusione dalla graduatoria, indipendentemente dal superamento delle prove selettive, e sarà causa ostativa alla costituzione del rapporto di lavoro.

Domanda di ammissione - Presentazione: termine e modalità
La domanda di ammissione, redatta in carta libera utilizzando l’allegato modulo (allegato A), dovrà essere indirizzata all’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane- Ufficio Protocollo – Via Venezia, 18A – 33085 MANIAGO, debitamente sottoscritta pena l’automatica esclusione dalla procedura. Alla domanda dovrà essere allegata copia fotostatica di un valido documento di identità (richiesta a pena di esclusione dalla procedura ad eccezione della domanda sottoscritta con firma digitale). La domanda, con i relativi allegati, potrà essere presentata in alternativa:
1. per mezzo del servizio postale con raccomandata con avviso di ricevimento entro il 17/05/2019, in ogni caso NON si considereranno prodotte in tempo utile le domande che perverranno oltre la data di scadenza del presente avviso, a prescindere dalla data riportata sul timbro dell’Ufficio Postale;
2. mediante consegna a mano presso l’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane – Via Venezia, 18/A – Maniago -Ufficio Protocollo - entro le ore 12.00 del medesimo giorno 17/05/2019 (in questo caso la data di consegna è stabilita e comprovata dal timbro di ricezione apposto dall’Ufficio Protocollo sito presso la sede operativa. Qualora i candidati intendano ottenere ricevuta di avvenuta consegna della domanda dovranno munirsi di fotocopia della stessa);
3. presentazione per via telematica, mediante posta elettronica certificata personale del candidato all’indirizzo P.E.C. dell’Ente (uti.valliedolomitifriulane@certgov.fvg.it), entro il 17/05/2019, specificando nell’oggetto: “AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI “AGENTI DI POLIZIA LOCALE” DA ASSUMERE A TEMPO PIENO E DETERMINATO PER ESIGENZE STAGIONALI” allegando il file in formato esclusivamente PDF con la scansione dell’originale del modulo di domanda, debitamente compilata e sottoscritta con firma autografa dal candidato, scansione dell’originale di un valido documento di identità nonché eventuale documentazione da allegare alla domanda;
4. presentazione per via telematica, mediante posta elettronica certificata personale del candidato al seguente indirizzo dell’Ente: uti.valliedolomitifriulane@certgov.fvg.it, entro il 17/05/2019, specificando nell’oggetto: “AVVISO DI SELEZIONE PUBBLICA PER LA FORMAZIONE DI UNA GRADUATORIA DI “AGENTI DI POLIZIA LOCALE” DA ASSUMERE A TEMPO PIENO E DETERMINATO PER ESIGENZE STAGIONALI” allegando file in formato esclusivamente PDF firmato digitalmente dal candidato contenente la scansione dell’originale del modulo di domanda, debitamente compilato, nonché eventuale documentazione da allegare alla domanda.
Il ricevimento o la presentazione della domanda di ammissione oltre il suddetto termine comportano l’esclusione dalla procedura, così come non aver sottoscritto la domanda e non aver allegato valido documento di identità del sottoscrittore (nei casi di sottoscrizione autografa della domanda).
Le dichiarazioni rese e sottoscritte nella domanda di ammissione alla procedura hanno valore di “dichiarazioni sostitutive di certificazione” e di “dichiarazioni sostitutive dell’atto di notorietà” ai sensi degli artt. 46, 47 e 48 del D.P.R. 445/2000. Si ricorda che, ferme restando le conseguenze penali previste dall’art. 76 del DPR 445/2000 per le dichiarazioni mendaci, la falsità in atti e l’uso di atti falsi, qualora emerga da successivi controlli la non veridicità del contenuto delle autocertificazioni rese dal candidato, egli decade dalla partecipazione alla procedura e dall’eventuale assunzione in servizio (art. 75 del citato DPR).
L’Amministrazione non assume alcuna responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte dell’aspirante o da mancata oppure tardiva comunicazione del cambiamento d’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o a forza maggiore.
Gli aspiranti dovranno dare tempestiva comunicazione di ogni variazione di indirizzo, presentandola direttamente al Protocollo o inviandola mediante raccomandata A.R.

Domanda di partecipazione
Nella domanda di ammissione, i candidati devono dichiarare, a pena di esclusione e sotto la propria responsabilità:
• le complete generalità, il codice fiscale, la data ed il comune di nascita, il comune di residenza e l’indirizzo completo cui devono essere fatte pervenire tutte le comunicazioni inerenti alla selezione, corredato da numero telefonico;
• il possesso della cittadinanza italiana o di uno dei requisiti di cui all’art. 3, comma 1, punto primo, del presente bando;
• per i soggetti di cui all’art. 38, D.Lgs 165/2001, di avere adeguata conoscenza della lingua italiana;
• di essere in possesso della patente di guida di categoria “B”;
• il Comune ove è iscritto nelle liste elettorali, ovvero i motivi della non iscrizione o cancellazione dalle stesse;
• di godere dei diritti civili e politici;
• per i soggetti di cui all’art. 38, D.Lgs 165/2001, di godere dei diritti politici e civili anche negli Stati di appartenenza o di provenienza;
• la posizione regolare rispetto agli obblighi di leva, per i soggetti a tale obbligo;
• di essere in possesso dei requisiti psico fisici di cui all’art. 3, comma 1 lett. a), b) e c) del Decreto del Ministero dell’Interno n. 198 del 30 giugno 2003 nonché assenza delle cause di non idoneità di cui al comma 2 del medesimo articolo (normativa che si riporta in allegato al presente bando);
• di essere in possesso dei requisiti attitudinali di cui al punto 1 della tabella 2 allegata al Decreto del Ministero dell’Interno n. 198 del 30 giugno 2003 (normativa che si riporta in allegato al presente bando);
• il possesso del certificato medico specifico per partecipare alla prova fisico-attitudinale;
• l’assenza di cause di destituzione, dispensa, licenziamento da pubblici impieghi ovvero i motivi per i quali il candidato è stato dichiarato decaduto dall’impiego presso una pubblica amministrazione;
• l’assenza di sentenza, passata in giudicato, di interdizione dai pubblici uffici;
• l’assenza di condanne penali riportate ovvero gli eventuali procedimenti penali in corso;
• possesso dei requisiti necessari per poter rivestire la qualifica di agente di pubblica sicurezza di cui all’art. 5, c. 2, della L. n. 65/1986;
il possesso del titolo di studio richiesto per l’accesso, con l’indicazione degli estremi del conseguimento;
• la conoscenza dell'uso delle apparecchiature e delle applicazioni informatiche più diffuse;
• la conoscenza della lingua inglese;
• il possesso di eventuali titoli di preferenza nella nomina ai sensi della vigente normativa dei quali il candidato intende avvalersi in caso di parità di punteggio finale con altri candidati idonei (come da allegato al presente avviso). In caso di mancata dichiarazione nella domanda, gli stessi non potranno essere fatti valere.

L’Amministrazione si riserva di procedere, ai sensi dell’art. 71 del D.P.R. 445/2000, ad idonei controlli, anche a campione, sulla veridicità delle dichiarazioni sostitutive rese nelle domande di ammissione.
Alla domanda dovrà essere allegata fotocopia di un documento d’identità valido (nei casi di sottoscrizione autografa della domanda); ai sensi dell’art. 39 del D.P.R. 445/2000 la firma in calce alla domanda non deve essere autenticata, ma la mancata sottoscrizione della stessa comporta l’esclusione dalla procedura concorsuale.
Non è sanabile e comporta l'esclusione immediata dal concorso:
• l'omissione nella domanda del cognome e nome, della data e luogo di nascita, del domicilio o recapito del candidato, nonché di ogni altra dichiarazione di cui alla domanda;
• la manca sottoscrizione della domanda;
• la presentazione della domanda oltre il termine di pubblicazione del presente bando;
• la mancanza della fotocopia del valido documento di identità (ad eccezione della domanda sottoscritta con firma digitale).

Esclusioni e regolarizzazioni
L’ammissione o l’esclusione dei candidati è disposta con determinazione del Responsabile del Procedimento. La mancanza dei requisiti d’accesso prescritti dal presente bando comporta l’esclusione dalla selezione ovvero il diniego alla sottoscrizione del contratto individuale di lavoro con il vincitore, ovvero la risoluzione del rapporto di lavoro.
L’esclusione per carenza dei requisiti d’accesso può avvenire in qualsiasi fase della procedura.
Il provvedimento di esclusione dalla selezione sarà motivato e comunicato tempestivamente agli interessati mediante lettera raccomandata con avviso di ricevimento. La comunicazione dell’adozione del provvedimento verrà effettuata all’indirizzo indicato nella domanda d’ammissione.
Per eventuali inesattezze o carenze di carattere formale della domanda di ammissione relative ai requisiti d’accesso emerse nel corso dell’istruttoria sulle domande, l’Amministrazione, con provvedimento motivato ha facoltà di chiedere la regolarizzazione fissando, a tale scopo, un termine non inferiore a giorni 5. La mancata regolarizzazione entro detto termine, da effettuarsi secondo le modalità indicate nella richiesta, comporta l’esclusione dalla procedura selettiva.
L’elenco dei candidati ammessi alla selezione verrà pubblicato sul sito internet dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane www.vallidolomitifriulane.utifvg.it.
Tale pubblicazione ha valore di notifica per la convocazione, pertanto non si darà luogo ad ulteriori comunicazioni.

Commissione Esaminatrice
La selezione sarà espletata dalla Commissione Esaminatrice, appositamente nominata dal Responsabile del Procedimento, che provvederà all’espletamento e valutazione delle prove d’esame, ed infine alla formazione della graduatoria dei concorrenti, in ordine al merito sulla base della votazione complessiva dei concorrenti.

Prove della selezione
Le prove consisteranno in una prova fisico-attitudinale ed un colloquio.
1. La prova fisico-attitudinale consisterà nella seguente prova:
Corsa della lunghezza di 1000 metri da realizzare entro 5 minuti per le concorrenti di sesso femminile ed entro 4 minuti e 30” per i concorrenti di sesso maschile. L’esito della prova verrà espresso in termini di idoneità/non idoneità, senza attribuzione di punteggio.
Saranno ammessi alla prova orale tutti i concorrenti risultati idonei alla prova fisico attitudinale.
I candidati dovranno presentarsi muniti di idoneo abbigliamento e di un valido certificato di idoneità all’attività sportiva agonistica per l’atletica leggera, rilasciato da medici appartenenti alla Federazione Medico Sportiva, ovvero a strutture sanitarie pubbliche o private convenzionate che esercitano in tali ambiti in qualità di medici specializzati in medicina dello sport.
La mancata presentazione di detto certificato determinerà la non ammissione del candidato al sostenimento delle prove.
2. Il colloquio verterà sui seguenti argomenti:
- Nozioni di diritto penale, procedura penale e depenalizzazione, con particolare riguardo alle attività di Polizia Giudiziaria;
- Codice della strada e relativo regolamento di esecuzione;
- Nozioni in materia di commercio fisso e su aree pubbliche e normativa sugli stranieri;
- Ordinamento della Polizia Locale (normativa nazionale e regionale);
- Nozioni in materia di Ordinamento degli Enti Locali;
- Accertamento della conoscenza delle più diffuse applicazioni informatiche;
- Verifica della conoscenza della lingua inglese.
Conseguiranno l’idoneità e saranno inseriti nella graduatoria finale di merito i candidati che avranno riportato nel colloquio una votazione di almeno 21/30.

Calendario delle prove d’esame
Il calendario delle prove viene così preventivamente stabilito:
Prova fisico attitudinale: in data 22/05/2019 ore 08.00 presso il Campo Sportivo del Comune di Vajont

Colloquio: in data 22/05/2019 alle ore 14.00 presso l’U.T.I. delle Valli e delle Dolomiti Friulane in Maniago, Via Venezia, 18A.

Eventuali modifiche al calendario sopra indicato saranno rese note ai candidati mediante pubblicazione sul sito www.vallidolomitifriulane.utifvg.it
I candidati sono pertanto invitati a tenersi aggiornati mediante consultazione dello stesso.
L’elenco dei candidati ammessi alla procedura selettiva, dei candidati ammessi con riserva di regolarizzazione e dei candidati esclusi verrà pubblicato all’Albo Pretorio dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane e sul sito Internet www.vallidolomitifriulane.utifvg.it.
Tali comunicazioni hanno effetto di notifica nei confronti di tutti i partecipanti.
I candidati ammessi dovranno presentarsi a sostenere le prove senza altro avviso od invito nei giorni, nelle ore e nel luogo che verranno pubblicato sul sito, muniti di idoneo documento di identità. I candidati che non si presenteranno nei giorni stabiliti per le prove d’esame, saranno considerati rinunciatari al concorso anche se la mancata presentazione fosse dipendente da cause di forza maggiore.

Comunicazioni sull’esito della prova selettiva - Assunzione in servizio
Espletate le prove la Commissione Esaminatrice formerà la graduatoria di merito.
La graduatoria finale della prova selettiva verrà affissa all’Albo Pretorio on line dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane e sul sito Internet www.vallidolomitifriulane.utifvg.it.
Tale comunicazione ha effetto di notifica nei confronti di tutti gli interessati.
I vincitori assumeranno servizio previa sottoscrizione del contratto individuale di lavoro a tempo pieno e determinato.
L’assunzione avrà una durata di quattro mesi a decorrere dal mese di giugno, presumibilmente dal giorno 01.06.2019, salva diversa determinazione dell’Ente.
L’Amministrazione procederà a sottoporre a visita medica del medico competente al fine di verificare l’idoneità alle mansioni di Agente di Polizia Locale e l’accertamento dei requisiti psico-fisici ed attitudinali.
Il vincitore che non assume servizio senza giustificato motivo, entro il termine stabilito, decade dalla nomina, in tal caso si provvederà a designare colui che immediatamente segue nella graduatoria di merito.

Graduatoria
La graduatoria della selezione potrà essere utilizzata, a discrezione dell’Ente, per eventuali assunzioni a tempo determinato, pieno o parziale, da parte dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane a copertura di posti vacanti di pari categoria e profilo professionale che saranno resi disponibili, nonché per la copertura degli ulteriori posti che si renderanno vacanti e disponibili.
Ai sensi della normativa vigente altri enti del Comparto unico del Pubblico Impiego Regionale potranno utilizzare la graduatoria risultante dalla presente procedura concorsuale per la copertura di posti vacanti nelle proprie dotazioni organiche, previa intesa con l’Amministrazione.

Trattamento dei dati personali
Ai sensi dell’art. 13, comma 1, del D.Lgs. 30.06.2003 n. 196 e del Regolamento U.E. 2016/679, dati personali forniti dai candidati saranno raccolti presso l’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane e saranno trattati presso una banca dati automatizzata e cartacea, anche successivamente all’eventuale instaurazione del rapporto di lavoro, per finalità inerenti alla gestione del rapporto medesimo.
Il conferimento di tali dati è obbligatorio ai fini della valutazione dei requisiti di partecipazione, pena l’esclusione dal concorso. Le medesime informazioni potranno essere comunicate unicamente alle amministrazioni pubbliche direttamente interessate allo svolgimento del concorso o alla posizione giuridico - economica del candidato. L’interessato gode dei diritti di cui all’art. 7 del citato D.Lgs. tra i quali il diritto di accesso ai dati che lo riguardano, nonché alcuni diritti complementari tra cui il diritto di far rettificare, aggiornare, completare o cancellare i dati erronei, incompleti o raccolti in termini non conformi alla legge, nonché il diritto di opporsi al loro trattamento per motivi legittimi. Tali diritti potranno essere fatti valere nei confronti dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane.

Disposizioni finali ed informazioni
Non verrà dato luogo a dichiarazioni di idoneità alla selezione.
L’Amministrazione non assume responsabilità per la dispersione di comunicazioni dipendenti da inesatta indicazione del recapito da parte del concorrente oppure da mancata o tardiva comunicazione del cambiamento dell’indirizzo indicato nella domanda, né per eventuali disguidi postali o telegrafici, comunque imputabili a fatto di terzi, a caso fortuito o forza maggiore.
Il rapporto di lavoro sarà regolato dal contratto individuale di lavoro e dal contratto collettivo regionale di comparto.
Il presente avviso è emesso nel rispetto del Codice delle pari opportunità tra uomo e donna (D. Lgs. N. 198/2006)
Il testo integrale del presente avviso, nonché lo schema della relativa istanza di selezione, sono disponibili presso l’Ufficio Gestione del Personale dell’Unione Territoriale Intercomunale delle Valli e delle Dolomiti Friulane – Sede Operativa in Piazza Italia, 18 - Maniago.
Non è previsto l’invio di copia dell’avviso via fax o a mezzo servizio postale, mentre ne è previsto l’invio a mezzo posta elettronica.

Identificazione del procedimento amministrativo, diritto di accesso.
I candidati hanno facoltà di esercitare il diritto di accesso agli atti del procedimento concorsuale, ai sensi del D.P.R. 12.04.2006 n. 184, regolamento che disciplina le modalità di esercizio del diritto di accesso ai documenti amministrativi in conformità a quanto stabilito nel capo V della legge 7 agosto 1990, n. 241, e successive modificazioni.

Il presente procedimento concorsuale è così identificato:
Responsabile del Procedimento:
Il Segretario U.T.I. - Direttore Generale
dott.ssa Patrizia Mascellino
Istruttore Direttivo Ufficio Personale: dott. Alfredo Diolosà
e-mail: alfredo.diolosa@vallidolomitifriulane.utifvg.it

Contatti: Tel: 0427707298 – mail: personale@vallidolomitifriulane.utifvg.it
Il presente bando costituisce lex specialis, pertanto la presentazione dell’istanza di partecipazione alla selezione comporta implicitamente l’accettazione, senza riserva alcuna, di tutte le disposizioni ivi contenute.



>> Scarica qui il bando
e l'allegato con i requisiti psico-fisici

>> Scarica qui la domanda
Top