Friuli Venezia Giulia - Ecomusei
Tel.  
0427.764425
Fax  
0427.737682
Apertura della cellula ecomuseale "Museo della Grotta e Grotte di Pradis"

Apertura della cellula ecomuseale "Museo della Grotta e Grotte di Pradis"

Dal 1 Aprile al 29 settembre 2013 - Pradis di Sotto (Pn)

"Le Grotte di Pradis - son doni e riserve
Pel tempo futuro - dei servi fedel.
Così in questo cerchio - racchiuso fra' monti
Col taglio di un raggio - che il Cosa gli fa
"
(Don Giacomo Bianchini)

Sono questi alcuni versi con cui Don Giacomo Bianchini, parroco a Pradis di Sotto negli anni 20, esaltò la bellezza di quelle che oggi sono conosciute come Grotte di Pradis che riapriranno al pubblico da Lunedì 1 aprile 2013.

I visitatori potranno ammirare lo spettacolo descritto da Don Bianchini scendendo lungo 207 scalini fino a raggiungere l'Orrido creato dal fenomeno erosivo del Torrente Cosa. Recente è invece la realizzazione del percorso ad anello sovrastante l'Orrido che, attraversando il Cosa  a monte sull'antico ponte in pietra e a valle sulla nuova passerella, offre al pubblico una prospettiva del tutto originale.

Le grotte di Pradis sono riconosciute anche come importante sito archeologico frequentato fin dal paleolitico medio (da 40 a 80 mila anni fa). Numerosi sono i reperti rinvenuti, specialmente resti di animali e utensili, in parte conservati e visibili nel vicino Museo della Grotta, aperto anch'esso da lunedì 1 aprile.

Per maggiori informazioni www.grottedipradis.it